Un quadro. C’è un dipinto che mi piace moltissimo, di cui vi voglio dire

C’è un quadro…

un quadro che considero bellissimo.

Non so se sia famoso.

Meriterebbe di essere visto. Dal vero. Si trova a Ferrara. Andateci se potete. Lo trovate al museo dell’ottocento.

Palazzo Massari – Palazzina Cavalieri di Malta
Corso Porta Mare, 9
44121 Ferrara (FE)
E’ un dipinto di Giovanni Muzzioli, un pittore Modenese non troppo famoso.
Il dipinto, un olio su tela del 1888, rappresenta i funerali di Britannico. Il pathos dell’opera è altissimo. Ottavia, moglie di Nerone, si dispera per l’uccisione, del fratello Britannico. Avvelenato, si dice, da Nerone stesso, che ne temeva la concorrenza. Dietro di Ottavia è ritratta Agrippina, madre di Nerone.
un quadroI funerali sono rappresentati drammaticamente. Il giovane generale viene trasportato tra la concitazione dei presenti, giù dalle scale del patio. Il cielo, sullo sfondo, mostra la tempesta in arrivo. Come annunciano le foglie ed i rami delle piante in basso a sinistra. Il braciere, in controluce, le torce ed il movimento convulso degli astanti drammatizza ulteriormente la scena. L’architettura e la prospettiva sono magistrali. Con dettagli perfettamente riprodotti  Ottavia mostra tutta la sua disperazione, china sul tavolo lapideo. Che appare come sostenerla grazie alle possenti basi a zampa leonina. Mentre Agrippina rimane distaccata, ritirandosi altera nella penombra.
L’opera si rifà alla storia di Roma, ma qualcuno la racconta in altro modo. Imputando ad Agrippina l’avvelenamento di Britannico. Avvelenamento che non avrebbe portato il generale alla morte. Gli avrebbe causato un attacco di epilessia che lo avrebbe fatto soffocare. Secondo questa versione, Agrippina viene dipinta come una serial killer del veleno. Una avvelenatrice di professione.
Comunque sia stata, questa storia era drammatica. Magistralmente rappresentata nel dipinto. Che la rende benissimo. Che mi piace. Molto.
Giancarlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*