Archivi tag: Dipinti

Quanto vale un opera d’arte?

Quanto vale  un quadro?

Quanto vale un dipinto, una scultura, un acquerello?

E’ veramente difficile valutare un quadri.

Possiamo dire che artisti famosi hanno quotazioni oramai consuete e se dovessimo comprarli in una asta potremmo solo aspettarci emozioni speculative. Altrimenti non ci sarebbero sorprese, il prezzo è quello e basta.

Anche se devo dire che girando per musei, per esempio,  a De Chirico, che amo, vengono passati errori che a me sarebbero cassati, pesantemente. Errori prospettici, errori di ombre ed errori di ogni genere, ma De Chirico resta De Chirico e alcune croste di De Chirico, opere chiaramente tirate via, fatte tanto per fare, forse perché comunque richieste dal “mercato” in quel momento, sono esposte in importanti musei  senza problemi e senza vergogna. Senza vergogna? Vergogna!

I miei quadri non costano tanto, per superare i mille Euro devo darmi da fare su quadri di notevoli dimensioni. Se poi non faccio lo sconto, se lo fanno da soli.

Ma questo non è giusto non è corretto.

Se, cazzo, ti piace un quadro compralo e non rompere i coglioni, il prezzo è un di cui, non è importante.

quanto vale
Quanto vale?

Quali sono i quadri quotati?

I quadri più quotati sono quelli meno validi, perché seguono la quotazione dell’artista, il metraggio e poco più. Un quadro deve esprimere un concetto, un’idea, qualcosa, altrimenti deve essere tecnicamente ineccepibile. Non dice niente ma è tecnicamente perfetto, pagalo. Non è tecnicamente perfetto ma ti appaga, ti soddisfa, ti piace? Pagalo. Ma che vuoi di più? Costa tanto ? Ma cosa sono 5-700 Euro per una tela che piace, che se lo guardi ti trasmette qualcosa?

Ci sono tanti dipinti, ci sono tanti pittori, non devi faticare devi solo guardare. Che te li hanno fatti a fare gli occhi, se non li usi?

Guarda ti mostro diverse opzioni, sono tutti fatti da amici miei, se compri qualcosa mi rendi felice comunque.

quanto valess

Non comprare croste ma se una crosta ti piace non è una crosta, prendila, pagala.

Vaffanculo.

Giancarlo

 

fonte:

Blog

Bucine in fiore, anche l’arte vuole la sua parte

Bucine in fiore

Bucine in fiore è stato anche arte, tanta arte.

Patrizia Petracchi esponeva alcune sue opere.

Bucine Anche Bandinelli Alessandra ha esposto qualcosa di interessante.

Collettiva di artisti di Montevarchi Arte non è stata da meno, esponendo opere di pregiata fattura..

Confidando sia stato di vostro gradimento.

Giancarlo

 

Ho dipinto ancora

Sulla pittura:

Ho dipinto ancora.

Ancora un paio di oli.

Ho dipinto Rinalda
Piccolo olio ma interessante.
Ho dipinto Capanno_nei_Pianacci_1
Un capanno che mi sono trovato di fronte camminando nei Pianacci.

Del capanno nei Pianacci, ne avevo già parlato in un precedente post.

Ho dipinto ancora:

Ho fatto anche un paio di acquerelli.

Ho dipinto Idra
Idra, dai capelli serpici.
Ho dipinto Capanno_nei_Pianacci_2
Il capanno incontrato passeggiando. Mi è piaciuto tanto da farlo anche ad acquerello.

Giancarlo

Franz Marc, un pittore tedesco nato nel 1880.

Franz Marc

Franz Marc era un pittore tedesco nato nel 1880  e morto nel 1916.

Volevo fare una sua opera del 1914 (cento anni fa).

Fighting Forms 
1914; Oil on canvas, 91 x 131 cm; Staatsgalerie moderner Kunst, Munich

Ecco il risultato:

Gian Franz Marc Figting Forms Cento anni dopo trova nuova vita dai miei pennelli.
Gian Franz Marc Figting Forms
Cento anni dopo trova nuova vita dai miei pennelli e da i miei colori. La difficoltà della realizzazione di questo quadro è incredibile. Le linee ed i volumi si rincorrono, si incrociano nei modi più strani e imprevisti, non banali.

Fare, rifare, un opera dopo cento anni dalla sua creazione è molto eccitante. E’ una bella responsabilità, pure. Farla bene o male non dipende dalla tecnica ne dalla pratica nell’imitazione di Marc. Quest’opera è unica. La tecnica, il senso, anche le dimensioni sono anomale per Franz Marc. Egli dipingeva cavalli o altri soggetti bucolici. Mentre qui descrive la guerra, la sua voglia di intervenire in guerra. Si illude che la battaglia possa essere dominata dai colori e dalle linee. Non sa che la guerra lo ucciderà. Interviene e muore. Finisce subito la sua guerra. Finisce subito la sua (nuova) arte. Peccato, il senso non mi piace, la tecnica si. In chiave descrittiva, l’opera rende bene l’idea della guerra. Un mostro, sanguigno, uscente da un vortice nero. Intorno i colori della vita risucchiati, pian piano nel buio, Questo nuvolone nero che può essere il fumo delle armi, la notte, il buio, l’incertezza del futuro. Lo spegnimento del lume della ragione. Nero da cui esce il drago della battaglia, il furore del combattimento il demone che incita alla pugna. Le fiamme dello scontro. Un quadro bello quanto brutto è l’argomento.

 

Si trova anche qui al mio sito.

Giancarlo

Una ragazza

Una ragazza

Quando

ho fatto i dipinti del post precedente, ho fatto questa ragazza, la figlia, di una bella famiglia, ma, devo dire non mi è venuta troppo bene. E’ il personaggio che ci ha rimesso di più nella mia rappresentazione.

Non conosco personalmente la ragazza, ne so se mai la conoscerò, ma volevo farla più bella.

Una ragazza

Non bellissima, che non mi riesce, ma più bella si.

Ho provato ad immaginarla tra qualche anno, nel fiore degli anni, e l’ho ritratta.

Speriamo bene.

Mi toccherà rifarla ancora.

chissà?

 

Giudicate voi.

Fatemi sapere, se volete.

Giancarlo

 

 

Una ragazza Senza nome, da grande. Acrilico su carta.
Senza nome, da grande. Acrilico su carta.

Ho fatto due nuovi acquerelli

Due nuovi acquerelli.

Ho fatto due nuovi acquerelli

Sono fiori.

Uno non mi dispiace.

ho fatto 2014_00014_Fiori_P1220457_1920x1080 ho fatto 2014_00013_Fiori_P1220456_1920x1080

 

Giancarlo

* * * * * * * * * * * ** * * * * * * * * * * * * * * ho fatto* * * * * * * * * ** * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * ** * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * ** * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * ** * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * ** * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * ** * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

ho fatto

** * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * ** * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * ** * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * ** * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * ** * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * ** * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * ** * * * * * * * * * * * * * * * * * *